Una domenica mattina da Pollock

“Cos’è successo?! Una panchina sembra aver voluto fare da tela a Pollock, il tavolo da picnic dà l’impressione di essersi vestito da arcobaleno, le altre panchine tutte intorno si son messe d’accordo per non esser più una uguale all’altra, a parte ovviamente le gemelle a pois che si divertono ancora a scambiarsi confondendo chiunque vi si sieda” – pensa tra sé e sé- “era tutto così normale prima, adesso non riesco a guardare il parco senza sorridere, mi capita persino di ridere da solo nelle giornate di sole, quando i colori sono ancor più vivaci e accesi.” “Andiamo Pippo, torniamo a casa” ride sotto i baffi bianchi “sembra che su quel cartello abbiano disegnato proprio te!”.

 

Tutto inizia da un’idea, questa diviene progetto, non un semplice progetto mentale, una fantasticheria, diventa un vero e proprio plastico.

 

In quel plastico realizzato in classe dalle ragazze della 2C avevo già visto espressa una creatività un po’ folle, tipica di chi ha la forza e la capacità di trasformare il mondo intorno a sé. Quella creatività è poi esplosa completamente domenica scorsa al Sasso d’Italia. Lo volevano diverso, l’hanno trasformato e adesso non sarà mai più lo stesso.

 

Il loro motto: “noi siamo la rivoluzione”, mai motto fu più appropriato.

 

Coi segni da guerriere dipinti sul viso hanno colorato le panchine del parco dei colori dell’arcobaleno, a strisce, a pois, a quadratini, a rettangoli…e per finire sono diventate tutte un po’ Pollock e hanno riempito di schizzi colorati qualsiasi cosa avevano intorno (oltre alla panchina che volevano trasformare ovviamente!).

 

Sempre per il parco hanno voluto creare un cartello con dei consigli utili per chi possiede un cane e lo porta a passeggio lì. “La gente spesso litiga per via dei bisogni dei cani, sarebbe bello fare un cartello con delle regole così magari tutti si comporteranno meglio e le persone non discuteranno più” questo avevano detto in classe, detto fatto abbiamo procurato loro il supporto per fare il cartello e le ragazze vi hanno disegnato e dipinto sopra un simpatico cagnolino che dà qualche buon consiglio al suo migliore amico. Chissà che funzioni sul serio e le persone siano tutte più felici e gentili.

 

Anita – Team Build The Future


Comune di Macerata
Dipartimento Dipendenze Patologiche AreaVasta3
Associazione GLATAD onlus

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento